Home / Sigle suonerie Anime / Cartoni animati / Gordian: download sigla / suoneria mp3

Gordian: download sigla / suoneria mp3

Gordian: download sigla / suoneria mp3
Gordian: download sigla / suoneria mp3

Gordian: download sigla / suoneria mp3

Genere: Robot

Toshi Gordian
[Tatsunoko Productions 1979] Buoni: Daigo, Saori, la pantera meccanica Flint, il dottor Kirby, collega e amico del dottor Otaki; il colonnello Hannonji, superiore diretto di Barry al comando dei Mechakon; l’indiano Geronimo della 16° generazione (con tanto di gruppo di guerrieri indiani al seguito), che si innamorerà, ricambiato, di Roset; il vecchi capo indiano Naso Rosso; Buck e Dalf, due soldati Mechakon: il primo è un esperto in esplosivi e il secondo ha come passatempo il fare la maglia; Rjoma Okamoto, grande amico di Daigo ed eccellente stratega, che morirà nell’ep. 59
Nemici: i Madokter, il Gran Maestro Dokuma ci sono i comandanti Barras, Elias (donna), Clorias (morto nell’ep. 9) e il braccio desto di Dokuma, Saxidar

La guerra eterna: Negli anni 80 del XX secolo, in quella che verrà ricordata nella storia come la Prima Catastrofe Spaziale, il pianeta Ricones (X Tron) penetrò nel sistema solare, tra l’orbita terrestre e quella marziana, portando con sé diversi asteroidi. Gli effetti sul nostro pianeta furono catastrofici, gran parte della Terra fu distrutta da piogge di meteoriti e terribili calamità naturali, riducendola quasi interamente ad un vasto deserto.
I sopravvissuti iniziarono un’opera di ricostruzione, costruendo numerosi piccoli centri indipendenti, nei quali riposero tutte le loro conoscenze; la più avanzata fu Victor City, costruita dal genio del dott. Kyotaro Otaki.
Dietro la costruzione di Victor City vi è un grande mistero, noto come Progetto X. Oltre a Victor City, il dott. Otaki ha costruito anche la base segreta Santore, all’interno della quale sono stati progettati e costruiti tre robot: Protezer, Gallinger, Garvin.
Questi si incastrano l’uno nell’altro formando il Gordian, ricoprendo il corpo del pilota come delle matrioske (in realtà il Gordian è stato progettato per entrare in perfetta sincronia con Daigo, figlio del dott. Otaki) – lode agli autori che hanno capito che non si può guidare un robot tirando due leve e premendo qualche bottone -. All’interno della base vi è poi anche un potente computer, collegato con il cervello del dottor Kyotaro poco prima che questi morisse (il dott. Otaki è stato assassinato per errore dal fuorilegge Cross-Cross). Daigo, cresciuto nel tranquillo Keith Village e credendosi da sempre orfano di entrambi i genitori, è stato allevato fino al suo 17° compleanno dallo zio Gen; a 17 anni, accompagnato dalla sua fedele pantera-robot Clint, si arruola nel 18° reggimento dei Mechakon per contrastare i temibili Madokter, una razza fino ad ora vissuta di nascosto tra gli umani, decidono di approfittare della situazione di vulnerabilità della popolazione terrestre; dopo una serie di furibonde battaglie riescono a conquistare Victor City, una delle città più importanti (per loro, soprattutto per la presenza nascosta di un giacimento di minerale X-Tron nei sotterranei della città), a difesa della quale si trova proprio il 18° Reggimento Mechakon. Daigo scopre ben presto di avere una sorella, Saori, che vive nella base segreta Santore insieme a due suoi collaboratori: il bambino Chocoma e sua sorella Roset.
Saori conosce in parte i segreti legati a Santore, Victor City, suo padre, i Madokter e Gordian, ma non può ancora rivelarli a Daigo. Compito iniziale di Saori è stato quello di istruire Daigo al controllo del Gordian, senza però dargli delle spiegazioni o delle motivazioni. Daigo viene così a conoscenza della morte del padre, ma della madre non sa proprio nulla; le uniche cose che sa, le ha sapute dallo zio Gen: si è persa su un’astronave abbandonata nello spazio…
Ben presto Daigo viene però a conoscenza che lui e sua sorella da piccoli sono stati sottoposti a degli esperimenti per la salvezza dell’umanità e che la Terra è destinata alla distruzione, in quanto vi sarà una seconda catastrofe molto più devastante della precedente. Sul corpo di Daigo, quando questi era piccolo, sono stati trapiantati dei congegni per interfacciarlo con il Gordian, per scambiare con il robot “energia emozionale”…
Daigo nel corso di una battaglia, giunge accidentalmente nei sotterranei di Victor City: lì viene a contatto con una misteriosa sostanza nota come X-Tron, una sorta di sostanza radioattiva “viva”, in grado di scambiare “energia emozionale”: l’X-Tron è l’elemento costituente del progetto X, e anche l’energia che alimenta Gordian. Dopo quanto accaduto, il Gordian risulta ulteriormente potenziato, con nuove armi e un’incredibile potenza distruttiva. La guerra tra i Mechakon, in difesa di Victor City, e i Madokter si fa sempre più aspra, finché quest’ultimi riescono ad impossessarsi della città; i Mechakon e buona parte dei civili della città si rifugiano quindi nella base di Santore, la quale nasconde al suo interno anche numerosi moduli abitativi. La guerra continua, i Madokter sono sempre più vicini alla scoperta del Progetto X (in quanto ora occupano la città), i Mechakon (ospiti a Santore) ora scoprono che è Daigo a pilotare il Gordian.
La base di Santore cela in sé ancora un altro segreto, il “sistema di protezione base”: le montagne di Santore si aprono dividendosi in cinque parti e rivelano al loro interno dei potentissimi cannoni X-Tron, la cui potenza distruttiva incenerirebbe Victor-City in un solo attimo. I Madokter: i Madokter sono apparentemente degli esseri umani, appartenenti ad una dinastia la cui origine si perde nella notte dei tempi, a partire dalla civiltà egiziana. Tutta la storia dell’umanità è stata manovrata da loro; la piramide di Cheope è stata costruita da loro, a testimonianza del loro potere; Cleopatra, Gengis Khan, Maria Antonietta, Napoleone, Otto Von Bismarck, Hitler, erano tutti Madokter. Il loro scopo attuale è quello di eliminare gli esseri umani, considerati inferiori, e acquisire il progetto X: così è scritto nell’Apocalisse del Gran Maestro Dokuma, sovrano indiscusso della loro “razza”. Capo dei Madokter è il Gran Maestro Dokuma: di lui si vedono solo due occhi fluttuanti e minacciosi…
La madre di Daigo: dopo essersi separata dal marito poco dopo la nascita di Daigo (Kyotaro era sempre impegnato nella costruzione di Victor City e trascurava la moglie e i figli) sparì per molti anni; la ritroviamo ora sotto il nome di Madame Quinn a capo di una organizzazione clandestina di traffico di armi a Cape Galaxy, città ancora indipendente dal controllo dei Madokter. In uno scontro tra Mechakon e Madokter per l’acquisizione dell’arsenale di armi in possesso da Cape Galaxy, Madame Quinn fa scattare l’autodistruzione dell’arsenale, mentre lei si trovava all’interno… Il Progetto X: la seconda catastrofe è in agguato; Ugape, uno degli asteroidi che accompagnava Ricones, è entrato nell’orbita terrestre… Numerose città entrano in conflitto per impossessarsi delle miniere di nichelio-uranio, un minerale di recente scoperta necessario per alimentare i propulsori delle navi spaziali che potrebbero servire in caso di abbandono della Terra.
Il progetto X, realizzato dal dott. Otaki, è finalizzato alla salvezza del genere umano dalla terribile ed imminente nuova catastrofe. Ugape ha il nucleo formato da X-Tron, il quale causa una discontinuità dell’irradiazione solare sulla Terra. Ciò causa quindi cataclismi e sconvolgimenti climatici. L’X-Tron, scoperto dal dott. Otaki, era contenuto nei meteoriti caduti durante la Prima Catastrofe, ed ha l’interessante proprietà di proteggere le sostanze che contiene; quindi, se un essere umano venisse ricoperto di X-Tron, potrebbe vivere anche in ambienti proibitivi.
Affinché ciò sia possibile, però, l’X-Tron deve essere sottoposto ad una sorta di processo di purificazione. Otaki riuscì ad ottenere dell’X-Tron purificato solo per il Gordian usando i sotterranei di Victor City come una “serra” per purificare la misteriosa sostanza proveniente dallo spazio. Lo “schermo del Sole”: quella dello “schermo del Sole” è un’antica leggenda profetizzata sia dagli indiani che dai Madokter, che si presenta come un affascinante quanto enigmatico fenomeno naturale, al quale neanche la scienza ufficiale sa dare delle risposte. Il fenomeno appare improvvisamente nella vallata di Santore, dall’epicentro del quale parte uno strano raggio luminoso; secondo la leggenda, questo fenomeno sarebbe apparso prima di una grande catastrofe; Geronimo e i suoi uomini (ai quali si aggrega anche Roset) decidono di seguire il raggio, per risolvere il grande enigma (al quale sono interessati anche i Madokter).
Nel corso della spedizione viene trovata una tavoletta di pietra con delle incisioni enigmatiche; questa viene esaminata nella base di Santore: appartiene ad una evolutissima civiltà del passato, la quale sapeva usare l’X-Tron. Il raggio luminoso dello schermo del Sole conduce il gruppo di Geronimo alle rovine di Kanado nelle quali trovano nientemeno che un’astronave aliena! Giunti all’interno dell’astronave trovano Adam III, abitante dell’antico pianeta Estrom, che inizia a raccontare loro la sua storia… Estrom era un asteroide di Ricones; 50.000 anni fa Ricones si avvicinò al Sistema Solare; in quell’epoca nel Sistema Solare vi era un pianeta, Dokma (corrispondente all’attuale Marte), sulla quale viveva una civiltà evolutissima.
Ben presto il popolo di Dokma e di Estrom entrarono in guerra, al termine della quale le due razze rischiarono quasi l’estinzione. I sopravvissuti delle due razze si rifugiarono sulla Terra, nella quale trovarono l’uomo di Neanderthal; su questa specie vivente, sia gli abitanti di Estrom che di Dokma fecero degli esperimenti, combinando i loro geni con quelli dell’uomo primitivo, generando così due nuove specie viventi del tutto simili tra loro, sufficientemente evolute e in grado di vivere sulla Terra: gli uomini e i Madokter… Adam III, finito il suo racconto, raccomanda ai suoi “discendenti” che per salvarsi dall’imminente catastrofe, i loro antenati avevano lasciato sulla Terra l’Anoha, una nave spaziale in grado di abbandonare il pianeta per raggiungere nuovi mondi.
L’Anoha: i nostri eroi dopo molti sforzi, e guidati dallo Schermo del Sole, riescono a trovare la nave spaziale lasciata dai discendenti di Estrom, e scoprono che i motori principali, per poter essere avviati, necessitano di X-Tron. Inizia così un’aspra guerra tra umani e Madokter per la conquista dell’Anoha, che raggiunge dei livelli veramente drammatici. Gli scienziati di Santore, con l’aiuto della mente del prof. Otaki, riescono a trovare un modo per sfruttare l’energia dell’X-Tron e farlo convogliare dentro l’Anoha, ma la stessa scoperta viene fatta anche dai Madokter. Si giunge così ad uno scontro ad armi pari, dal quale Gordian ne esce vittorioso; Victor City viene completamente rasa al suolo, ma il prof. Otaki “muore”, in quanto l’energia che alimentava il suo computer è servita per alimentare i cannoni X-Tron risultatesi
necessari nella battaglia finale.
Dokuma, che altro non è che un’entità vivente bio-tecnologica costituita da un grosso cervello collegato con dei computer, fugge nello spazio insieme ai suoi seguaci. La partenza: la Terra si trova ormai sotto la morsa del gelo: è iniziata la Nuova Era Glaciale.
La popolazione di Santore si divide in due, una parte vuole affrontare il viaggio siderale alla volta del “Pianeta Ideale” a bordo dell’Anoha (la quale era stata programmata 50.000 anni prima dagli abitanti di Estrom per giungere su un pianeta abitabile!), una parte, capitanata da Geronimo, preferisce rimanere sulla Terra: Santore è ben attrezzata per permettere ai superstiti una vita dignitosa, e tutto questo grazie all’X-Tron. I santoriani attenderanno con ansia che i loro amici a bordo dell’Anoha trovino il Pianeta Ideale. Le avventure spaziali: iniziano così le avventure spaziali dell’equipaggio dell’Anoha, ancora alle prese con Dokuma che tenta in tutti i modi di impossessarsi della nave spaziale lasciata dalla popolazione di Estrom. In una delle avventure spaziali, i nostri eroi fanno un incontro che rasenta l’assurdo: incontrano la nave spaziale Santore, con a bordo i discendenti terrestri dei santoriani, capitanati dal figlio di Geronimo e Roset! Tutto ciò è stato possibile nella valle dimensionale, a causa di paradossi spazio-temporali che si verificano in quella zona dell’Universo. Dall’incontro apprendiamo che la vita sulla Terra è continuata, nonostante la Nuova Era Glaciale. Infine i nostri ricevono un richiamo dalla Zona 9.999, un punto dello spazio che fa da contatto tra il nostro Universo e un altro universo parallelo: l’UltraCosmo. L’Anoha è l’unica nave attrezzata per passare in quel punto e i Madokter, unitesi con dei discendenti spaziali dei Madokter, tentano il tutto per tutto per impossessarsi dell’Anoha. In un violento scontro finale, Dokuma si salva, ancorandosi all’Anoha mentre questa oltrepassava l’ultracosmo.
Giunti dall’altra parte, entrano in contatto con Helen (Eleb), un’entità che vive in un universo di antimateria, che li ha richiamati dalla Zona 9.999. Helen annienta definitivamente Dokuma, in quanto quest’ultimo continuava imperterrito a non rinunciare alle sue smanie di potere. Dopo aver lanciato un messaggio verso la Terra, i nostri eroi giungono così nel “Pianeta Ideale”; il loro viaggio è terminato, un viaggio senza ritorno, dove un nuovo futuro li attende…
L’arma principale di Gellinger (il più piccolo) è una palla da Rugby che Daigo usa come mina o bomba a mano.

Nota: in un episodio, Daigo cade addosso ad una ragazza (la biondina), che dice: “cosa vuoi fare?” e lui risponde “l’amore!”. Un riferimento di questo tipo compare solo in altre due serie: ‘Cara dolce Ky?ko’ e ‘Lamù’.
Record assoluto: il Gordian è alto 15 m e pesa 1105 ton! E’ il più alto rapporto peso / altezza per un robot… come farà Daigo a muoverlo?
73 EP, TeleReporter, 1981
Superobots [L. Macchiarella – Franco Micalizzi, 1981]

Gordian: vedi video sigla

EVOLUTION TOY DYNAMITE ACTION NO 31 TOSHI GORDIAN

Gordian TESTO SIGLA INIZIALE

Incastro bionico
Brotheser!
Gellinger!
Garvin!
Gordian!
Gordian e i tre robot
Daigo la testa la strategia
Gordian e l’energia
E’ una frusta e’ la tempesta
Gordian e i tre robot
Gordian e’ una fortezza
nessuno e’ come lui
e nessuno lo spezza

Ogni pugno e’ una roccia che taglia
ogni colpo tremendo va giu’
ogni missile e’ freccia di fuoco che brucia di piu’
il suo cuore guerriero e’ un ragazzo
la sua mente che non sbaglia mai
un leone davvero in battaglia una furia che va

Incastro bionico
Brotheser!
Gellinger!
Garvin!
Gordian!

Gordian e’ liberta’
e’ una corazza sulla citta’
Gordian difendera’
con la sua forza tutta la terra
Gordian non ha pieta’
per chi non sa che odiare
Gordian diventera’
il terrore del male

Ogni pugno e’ una roccia che taglia
ogni colpo tremendo va giu’
ogni missile e’ freccia di fuoco che brucia di piu’
il suo cuore guerriero e’ un ragazzo
la sua mente che non sbaglia mai
un leone davvero in battaglia una furia che va

Gordian da solo va
contro chi attacca l’umanita’
Gordian distruggera’
chi ha voluto la guerra

Ogni pugno e’ una roccia che taglia
ogni colpo tremendo va giu’
ogni missile e’ freccia di fuoco che brucia di piu’
il suo cuore guerriero e’ un ragazzo
la sua mente che non sbaglia mai
un leone davvero in battaglia una furia che va

Ogni pugno e’ una roccia che taglia
ogni colpo tremendo va giu’
ogni missile e’ freccia di fuoco che brucia di piu’
il suo cuore guerriero e’ un ragazzo
la sua mente che non sbaglia mai
un leone davvero in battaglia una furia che va

Gordian: download suoneria mp3

Il nostro punteggio
Vota articolo
[Media: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *