Home / Sigle suonerie Anime / Cartoni animati / Combattler V: download sigla / suoneria mp3

Combattler V: download sigla / suoneria mp3

Combattler V: download sigla / suoneria mp3Combattler V: download sigla / suoneria mp3

Genere: Robot.

Chodenji robot Combattler V
[Soeisha per Toei Animation 1976] Buoni: Roy (Aoi Hyoma), Furio (Naniwa Juzo), Gonghi (Nishikawa Daisaku), Johnny (Kita Kyosuke), il Prof. Nonbora, sua figlia Meggie (Chizuru)
Nemici: il generale Malik (Garuda), Marzia, la Regina Madre Oleana

10000 anni fa alieni dal pianeta Cambel pianificarono di attaccare la Terra. E ora il piano inizia. Tuttavia il Prof.
Nanbora scopre questo piano: rapisce quattro giovani terrestri dalle straordinarie abilità fisiche e mentali per addestrarli a guidare il robot elettromagnetico Combattler V e prevenire l’attacco alieno. I piloti alla guida del robot elettromagnetico Combattler V sono: Roy, Furio, Gonghi e Johnny.
A loro si unisce Meggie, la figlia del Prof. I loro nemici sono gli abitanti della stella Campbel, il cui generale, Garuda, alla fine della serie si schiera con i terrestri. I protagonisti sono i soliti cinque ragazzi che si rifanno spudoratamente al dogma nipponico dei gruppi d’azione principali: Roy: Abile pilota di moto, strafigo della situazione, pilota il modulo n.1, che compone la testa del Combatter.
Quando non è in divisa da combattimento indossa una tuta motociclistica azzurra (che si vede solo nel primo episodio!!) con una grossa stella gialla sul retro, coadiuvata da una lunga sciarpa rossa. In una puntata rimane vittima di un incidente di combattimento e perde la sensibilità ad un braccio.

Furio: ragazzo dalla mira infallibile e grande esperto di armi, gli viene affidato il comando del secondo modulo, che oltre a formare le braccia del Combatter, è responsabile anche delle armi da fuoco del robot.

Gonghi è il classico ciccione (ma mai come in questa serie!): pilota il carrarmato modulo 3, che per agganciarsi agli altri viene “risucchiato” da Terra con un raggio antigravitazionale magnetico. In una puntata esclama “cosa c’è di meglio di un caffè, anche se lo zucchero non c’è?”, che è il ritornello di una canzone di Celentano!!!! Johnny: altro classicismo, il bambinetto.
Però, anziché essere il solito birbante pestifero ed odioso, fa ancora più rabbia (!) perché ha un quoziente intellettivo altissimo: per rendere meglio questa sua caratteristica, indossa due occhiali dalle lenti ultraspesse, e nella prima puntata, quando si reca all’aeroporto per raggiungere la base dove lo hanno convocato, se ne va con un elicottero… ricavato dalla trasformazione della sua valigia! Pilota il modulo 5, che dividendosi forma i piedi del Combatter. Ai quattro si aggiunge Meggie, che pilota il modulo 4, cioè le gambe del robot, ed è la figlia dello scienziato della base, il dott. Nonbora appunto. Costui nel primo episodio convoca gli altri quattro, perché loro, con le loro peculiarità fenomenali, sono gli unici che possiedono i requisiti mentali (riflessi, intelligenza, ecc) idonei al pilotaggio del robot. Il Combatter viene loro mostrato una volta radunati nella base (Roy rischia un collasso perché spaventato dalla grandezza del robot!), ma contemporaneamente in quegli attimi avviene anche il primo attacco nemico.

Il finale: Il professore Nanbora, nello sforzo di proteggere la Terra dai Cambel capitanati dal malvagio generale Malik, riceve l’aiuto dal prof. Yotsura, il capo del “Battle Team”.
Il malvagio generale, cercando di soccorrere la sua amata, gravemente ferita in uno scontro con il Combattler, scopre di non essere nient’altro che un robot di serie, un fantoccio nelle mani della Regina Madre.
Per questo motivo impazzisce e, disobbedendo alla regina, decide di affrontare il Combattler.
Il robot, intanto, ha localizzato la base nemica e l’ha raggiunta per distruggerla, priva del suo generale, che perde la vita nello scontro morendo con onore.
Si scopre che la regina madre che impartiva ordini a Malik non era altro che un robot gigante e la vera regnante scende sulla Terra assieme al generale Dunker e al suo consigliere.

Per il Combattler le battaglie non sono ancora finite e si faranno via via sempre più aspre ma nuove armi e nuovi protagonisti saranno risolutivi per gli esiti della guerra.
I cattivi hanno come generale un certo Garuda e la loro base è nascosta dentro un vulcano, e nel primo episodio il loro robot di turno sta distruggendo la solita città giapponese.
I cinque accorrono con i loro mezzi, e vincono quasi per caso in un modo a dir poco ridicolo la loro prima battaglia. A lasciarci le penne è però il padre di Meggie, che lascia la gestione della squadra in mano al dottor Mirabilius, un vecchio ubriacone che quando però vede il collega morente cambia completamente carattere assumendosi con impegno le sue responsabilità. La serie va poi avanti come tutte quelle del genere (si conoscono più da vicino i personaggi, i nemici si fanno sempre più forti, in una puntata uccidono i genitori di Johnny).
Malik scopre di essere un robot e si schiera contro la grande madre Oleana (anch’essa un robot) uccidendola. Poi ingaggia un combattimento con il Combattler e muore. Nella seconda parte compare un’altra grande madre con il consigliere Walchimer e il generale Dunkel e il finale è fantascientifico con intervento divino! L’ultima puntata ci mostra come i cinque riescano a penetrare nel vulcano base distruggendolo.

Nota: il generale Garuda è uguale al principe Sirius / Heinel di ‘Vultus 5’ e a Richter di ‘General Daimos’. Tocco di classe per attirare pubblico femminile. In comune agli altri due, oltre al fascino, la fine eroica nell’ultimo episodio.

Nota: la sigla comprende la scena della trasformazione (con gli effetti sonori). Il distacco dei cinque moduli dalla configurazione Combatter si può vedere solo all’inizio del secondo episodio.

Nota: nel testo della sigla finale apprendiamo le misure del robot: 57 metri e 550 tonnellate!

Nota: due armi: il raggio a “V” dalla testa ed i mitici yo-yo elettromagnetici. L’arma finale del Combatter si chiama “Vite superelettromagnetica” (aaaaaaaargh!): dalle braccia uscivano due affilatissime punte ed il robot cominciava a ruotare su se stesso a velocità vertiginosa, per poi trafiggere il robot nemico gia morente (ma scusate se lo chiedo: ai piloti non veniva da vomitare? Ah già, le capacità mentali…).

46 (26 + 28?) EP
originale giapponese

Combattler V TESTO SIGLA INIZIALE

Daichi o yurugasu Choudenji ROBO
Seigi no senshi da KOMBATORA V
Choudenji Yoyo
Choudenji Tatsumaki
Choudenji SUPIN
Mitaka denji no hissatsu no wasa Ikari o komete arashiyobuze
Warera no Warera no KOMBATORA V

GO! GO! Go Totsugeki KOMBAIN
1 2 3 4 5 tatakaida
Oo sora ga keruzo Choudenji ROBO
Heiwa no mamoride KOMBATORA V
Choudenji Yoyo
Choudenji Tatsumaki
Choudenji SUPIN
Yatsutazo kimete no FANISSHU PANCHI inori o komete ashita ni mukau
Warera no Warera no KOMBATORA V

FAITO! FAITO! FAITO! Kechirase KOMBAIN
1 2 3 4 5 Totsushinda
Aranamiketateru Choudenji ROBO
Sabou no hoshidazo KOMBATORA V
Choudenji Yoyo
Choudenji Tatsumaki
Choudenji SUPIN
Dasuzo makeruka chikyuu no tame ni negai o komete Denji ha hikaru
Warera no Warera no KOMBATORA V

DOWNLOAD SIGLA Combattler V

Voto
Our Reader ScoreTi è stato utile?
[Media: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *