Home / Sigle suonerie Anime / Cartoni animati / Daltanious: download sigla / suoneria mp3

Daltanious: download sigla / suoneria mp3

Daltanious: download sigla / suoneria mp3
Daltanious: download sigla / suoneria mp3

Daltanious: download sigla / suoneria mp3

Genere: Robot

Daltanious
Mirai robot Daltanias
[Nippon Sunrise per Toei Animation, 1979] Buoni: Kento, Dani (Danji), Sanae, Dr. Earl, Tanosuke, Manabù, Jiro, Mita, il maiale Jimmy, Calinga “La Tigre dello Spazio”, Toragoro
Nemici: il Supremo Kloppen (Ormen) del pianeta Zaar è il biodroide di Arin, il padre di Kento, così come il Megaimperatore Ormen lo è di Nishimura, il padre di Arin. Elenco dei generali a disposizione del Supremo Kloppen all’inizio della serie: Mitzuka (corpo da leone metallico con al posto della testa una semisfera trasparente, piena di un liquido nel quale vive una specie di medusa, sede dell’intelligenza); Frozar (corpo umanoide scuro e a petto nudo con testa animalesca non meglio identificabile: cane, dinosauro, leone???); Savada (corpo umanoide con divisa militare e testa da insetto); Nesia (donna con i capelli a strisce, neanche tanto brutta); Boider (massiccio umanoide con un capoccione roccioso). Ultima citazione del gruppo degli avversari: Niba, la pantera-mascotte di Kloppen.

Giappone, 1995. Dopo un attacco alieno la Terra è ridotta alla rovina totale, le grandi metropoli non sono altro che cumuli di macerie. Gli invasori spaziali provengono dal pianeta Zaar e si chiamano Akron.
Il loro capo è il crudele ‘megaimperatore’ Kloppen. Affamati, laceri, ormai rassegnati, i sopravvissuti terrestri si aggirano fra le rovine senza scopo, compresi i bambini che vivono ormai solo di espedienti, rubando cibo agli strozzini che approfittano della situazione.
La vicenda prende inizio quando Kento, Dani, Sanae, Tanosuke, Jiro e Manabu costituiscono una banda di ragazzini abile nell’arte di arrangiarsi.
Il capobanda è Kento, il maggiore del gruppo, un intraprendente adolescente che, un giorno, durante una fuga tra i boschi dopo un furto, scopre casualmente una caverna, che è l’ingresso segreto di una straordinaria base spaziale computerizzata, a capo della quale sta uno scienziato anziano, dall’aspetto imponente, e dal passato oscuro e misterioso.
Arriva nello strano luogo anche Dani e sarà proprio ai due ragazzi che lo scienziato affiderà il compito di difendere la Terra.
Il vecchio vede in loro risorse e capacità fuori del comune.

Dani guiderà infatti l’astronave Gumper o Aquila Spaziale, mentre Kento sarà il pilota del robot Antares.
Questi due componenti, uniti ad un terzo, un leone meccanico chiamato Beralios, formeranno, unendosi, il gigantesco robot Daltanious, che aiuterà a difendere la Terra dalla minaccia aliena. Purtroppo, il progetto è incompleto: il leone meccanico è scomparso, e i ragazzi dovranno per il momento affidarsi solo alle forze dei loro due mezzi. Dopo una prima battaglia di inaudita violenza contro gli Akron, Earl decide di rivelare ai piloti la sua vera identità: è uno scienziato di Elios, un pianeta che viveva in pace e godeva di una civiltà avanzatissima.
Là egli costruì i tre robot destinati ad unirsi in uno solo, il Daltanious. Il pianeta fu però attaccato dagli Akron, decisi a sottomettere l’intera galassia: Anche Nishimura, l’imperatore di Elios, fu ucciso, ma Earl riuscì a mettere in salvo l’erede al trono Arin (Harlyn).
In seguito ad una tempesta di meteoriti però Beralios fu disperso, e così pure il bimbo. Il pianeta Elios era stato distrutto dagli stessi invasori che ora stavano sottomettendo la Terra… ed era compito di Earl cercare di opporsi con tutti i suoi mezzi.
Durante un nuovo attacco alla base però, Beralios riappare, richiamato improvvisamente da Kento quando il ragazzo, in difficoltà contro gli Akron, sprigiona una potente croce di luce: grazie a questo potere straordinario Earl riconosce in lui l’erede del trono di Elios, il figlio di Arin.
Ora l’imponente robot Daltanious è completo con tutti e tre i suoi componenti, e risulta invincibile perfino agli spietati Akron.
La Terra è dunque salva: ad uno ad uno, i mostri di Akron vengono abbattuti inesorabilmente.
La frase pronunciata prima di infliggere il colpo finale con la Spada Infuocata è: “Daltanious… vince!”.
Ma Daltanious non ha ancora finito: gli resta ancora da liberare il sottomesso pianeta Elios, e quindi conquistare Zaar, la roccaforte nemica.

Daltanious non ha alcuna difficoltà nel compiere la grande impresa di liberazione della galassia, ma un colpo di scena si prepara, sul finire della battaglia: dopo aver annientato per sempre Zaar, i nostri eroi scoprono che Ormen si è salvato grazie ad una navicella d’emergenza dove si è chiuso durante l’ultimo attacco.
Durante la fuga, i nostri riescono a vedere il suo volto: Arlin, padre di Kento, riconosce in quel volto suo padre Nishimura, l’ultimo imperatore di Elios, e ne resta sconvolto.
In realtà Ormen è un biodroide, una copia perfetta di Nishimura.
Sarà proprio Ormen a raccontare all’erede la vera storia: “dovrai sapere” gli grida “su quale atrocità si basava lo splendore dei regnanti di Elios!
Quando nasceva un nuovo erede, veniva costruita anche una sua copia perfetta, destinata a vivere in solitudine, fino al giorno in cui era chiamata a sostituire il re in caso di sua morte, perché il trono non restasse vacante in attesa del successore.
Veniva così assicurata la continuità del potere della famiglia reale a spese del biodroide, usato come un inerte manichino.
E poco contava che anch’egli avesse un cuore… una volta nominato il nuovo re, il biodroide veniva soppresso”.
Questo era il motivo per cui Ormon aveva maturato così tanto odio verso Elios.
Dopo l’ultimo attacco di Daltanious però, egli muore fra le fiamme, mentre Arlin decide di ricostruire una nuova civiltà dove simili soprusi non possano più accadere.

Nota: il mitico Calinga detto la Tigre dello Spazio in più di un’occasione è corso in aiuto di Kento con il suo robot.

Nota: per tutta la serie, Kento non crede a Earl riguardo le sue origini nobili e combatte quasi controvoglia, rifiutando il suo destino di principe e considerando Earl un vecchio rimbambito.

Nota: il nome è una storpiatura di D’Artagnan, infatti il robot ha sul petto una croce come l’avevano i moschettieri del Re di Francia.

Record assoluto: è il robot con la trasformazione più lunga, cronometro alla mano.
47 EP, ITA1, 1981
Superobots [F. Migliacci – Argante, 1981]

Daltanious: vedi video sigla

Daltanious Il robot del futuro Volume 01 Episodi 01-24

Daltanious TESTO SIGLA INIZIALE

Titolo: Daltanious (sigla iniziale)

Daltanious
Daltanious, Daltanious, FUORI!!!!

E’ Daltanious Bim Bum Bale giu’,
e il nemico non esiste piu’,
e’ Daltanious che ci aiutera’,
superbalestra, frecce, spada, lame boomerang.

Odia gli stupidi, aiuta i deboli,
dagli invasori ci difendera’,
lui si sacrifica, lo sa che e’ l’ultima,
speranza dell’umanita’.

Extraterrestre via da questa terra mia,
togli le zampe o ce le lascerai,
ti spacca in quattro lui, ci fa una croce su,
e tu non ci sei piu!

Per Daltanious, Bim Bum Bale giu’,
e il nemico non esiste piu’,
e’ Daltanious che ci aiutera’,
non sia arrende mai, troppo forte,
non e’ nato ancora chi lo battera’.

Ha in mente Kento e va,
con le astrogambe va,
e il suo leone in petto ruggira’,
tutto disintegra quando gli girano le lame boomerang.

Trappole, agguati, trabocchetti, imboscate, lo circondano,
mostri giganti e striscianti serpenti, e’ in pericolo!
Daltanious non si fermera’, e’ troppo forte vincera’.

Odia gli stupidi, aiuta i deboli,
dagli invasori ci difendera’,
lui si sacrifica, lo sa che e’ l’ultima,
speranza dell’umanita’.

Extraterrestre via da questa terra mia,
togli le zampe o ce le lascerai,
tutto disintegra quando gli girano le lame boomerang.

Per Daltanious, Bim Bum Bale giu’,
e il nemico non esiste piu’,
e’ Daltanious che ci aiutera’,
non sia arrende mai, troppo forte,
non e’ nato ancora chi lo battera’.

Per Daltanious, Bim Bum Bale giu’,
e il nemico non esiste piu’,
e’ Daltanious che ci aiutera’,
non sia arrende mai, troppo forte,
non e’ nato ancora chi lo battera’.

Per Daltanious, Bim Bum Bale giu’,
e il nemico non esiste piu’,
e’ Daltanious che ci aiutera’,
non sia arrende mai, troppo forte,
non e’ nato ancora chi lo battera’.

Daltanious: download suoneria mp3

Voto
Our Reader ScoreTi è stato utile?
[Media: 3.5]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *