Home / Sigle suonerie Anime / Cartoni animati / Ginguiser: download sigla / suoneria mp3

Ginguiser: download sigla / suoneria mp3

Ginguiser: download sigla / suoneria mp3Ginguiser: download sigla / suoneria mp3

Genere: Robot.

Ginguiser
Chogattai majutsu robot Ginguiser
[Nippon Animation 1977] Buoni: Goro Shirogon, Michi Akitsu, Tora, Zanta, il dr. Godo
Nemici: Kaindark, imperatore dell’impero sazoriano

Il terribile imperatore Kaindark, dell’impero sazoriano, è alla ricerca delle tre sfere di Anderes, che daranno a chi le possiederà una potente fonte di energia.
Per inseguire queste mire di potere invia sulla Terra terribili mostri con l’incarico di recuperarle. A fronteggiarli ci sono il dottor Godo e un gruppo di adolescenti: Goro Shigoron, leader del Team, Michi Akitsu, Tora e Zanta, dotati di poteri magici che permettono loro di guidare il potente robot da guerra Ginguiser. Durante un incidente aereo, i pochi sopravvissuti si lanciano con i loro paracaduti di salvataggio; tra di loro ci sono anche Goro e Michi. I due bimbi vengono presi sottobraccio dal dott. Godo, che al grido di “punto-barriera!” si teletrasporta nella sua base poco prima di essere investito da un frammento infuocato del velivolo. Gli altri due protagonisti sono il ciccione Tora ed il ragazzino Zanta.
Hanno tutti il potere di teletrasportarsi (e di teletrasportare chiunque li tocchi).
A difesa del nostro pianeta c’è il Ginguiser, composto a sua volta da quattro elementi contraddistinti dai semi delle carte da gioco. Grand Fighter per Goro, la matrice del camion the diventa il robot di picche.
Le sue armi sono le lame di picche, il gran guerriero di picche (il laser centrale), la catena con la picca, gli anelli imperiali. Erroeen per Michi, l’aereo derivato dal rimorchio che si stacca dalla motrice. Armi: lame di cuori, missili. Buli-Gater per Tora, la matrice dell’ottovolante che si staccava e si trasformava aprendosi specularmente ai lati. L’arma principale era la mazza ferrata. Robot di fiori, lanciava la sua punta aerodinamica all’Erroeen. Spilleinzer, pilotato da Zanta derivato dalla sua forma di ufo che usciva da sotto la giostra delle tazzine del Luna Park. Praticamente inutile in combattimento, costituisce la parte più comica del cartone dato che i suoi interventi sono sempre altamente ridicoli. E’ il robot di quadri, lancia le ali laterali all’Erroeen. Goro e Michi girano col loro spettacolo di magia ambulante. Gli altri due mezzi sono in un Luna Park fisso sotto il quale si trova la base del Ginguiser.
Quando scatta l’allarme i robot e l’aereo escono a combattere i cattivi e poi si riuniscono tutti e quattro in un unico grande robot-astronave (il Ginguiser appunto) che ha una sega rotante a mo’ di scudo sul braccio sinistro ed una spada sul destro.
I Sazioriani erano comandati dall’imperatore Kaindark, ed i seguaci erano Salomè la veggente, Garuda il capo delle guardie e Nekuroma, il sacerdote. Costui invocava in ogni puntata il dio maligno degli scorpioni (la razza sazoriana), Kaos, e trasformava una cosa (di solito un’animale) attinente alla puntata nel mostro di turno. Il finale: il Ginguiser ritrova finalmente una sfera e riesce a catturarla portandola alla base. Il dottor Godo la sottopone ad accurati esami, ma contemporaneamente un’altra sfera appare nella base sazoriana.
Con un lampo di genio, Kaindark organizza l’attacco finale al Ginguiser: camuffa una bomba ad orologeria in modo tale che sembri una sfera di Anderes, a la lancia nel cielo. Non appena i nostri accorrono, dalla bomba fuoriescono delle punte chiodate che ancorano il Ginguiser, che fa appena il tempo a ritornare alla base provato dopo un durissimo attacco. Nella base, si scopre che ogni aculeo contiene una micro-bomba. Il dott. Godo decide di disinnescare l’ordigno ancora ancorato al Ginguiser, con dentro l’equipaggio ancora svenuto.
Nel frattempo Goro rinviene e si dichiara d’accordo con il dott. Godo: movimenti falsi potrebbero far esplodere la bomba prima del tempo. Una volta liberatisi della bomba, i nostri vengono attaccati nuovamente dai sazoriani, e questa volta devono affrontare una durissima battaglia tutti in condizioni gravissime, per primo lo stesso robot.
Quando tutto sembra perduto, il dott. Godo decide di svelare ai ragazzi che esiste un’ultima arma che potrebbe risultar loro fatale, ma di potenza assolutamente risolutiva. Inutile dire che i quattro la provano: ed ecco che il Ginguiser, come la mitica fenice, prende fuoco, e si getta sull’esercito sazoriano bruciandolo insieme a sé stesso. Però si salvano sia i protagonisti che i quattro principali nemici (anche se si ritirano per sempre abbandonando la Terra).

Nota: questo cartone ha le stesse musiche di ‘Astrorobot contatto Y’ (tema a parte), perché è della stessa casa produttrice (Nippon).

Nota: Goro è pervaso per tutta la durata della serie da flashback dell’incidente aereo. Questi scaturiscono in lui una progressiva ossessione che lo spinge a trovare il padre, ritenuto da lui ancora vivo. Nella puntata “La regata” sembra che stia per farcela, invece non se ne saprà più niente, lasciando questo mistero sospeso anche dopo la fine della serie.

Record assoluto: sono i più piccoli robot (nel senso di stazza) made in Japan, esclusi i vari Transformers, Astroboy, Arale, ecc. (peraltro autonomi): infatti sono grandi come una locomotiva di treno.
20 (26?) EP, RET4, 1982
I Drago [P. Dossena – A. Tamborelli, 1982]

Ginguiser: TESTO SIGLA INIZIALE

Ginguiser

Ehi, Spillancer di piu’, di piu’ colpiscili, Erroin buttali giu’

Dai Fullraider cosi’, Grandfighter vola lassu’

Quattro giovani eroi, natura magica, generosa bonta’

Uno due tre uno, forse ridere puoi

Unica forza contro voi, Sazoriani contro voi

La formazione vivra’, si chiamera’, Ginguiser vincera’!

Ehi, Spillancer di piu’, di piu’ colpiscili, Erroin buttali giu’

Dai Fullraider cosi’, Grandfighter vola lassu’

Quattro giovani eroi, natura magica, generosa bonta’

Uno due tre uno, forse ridere puoi

Unica forza contro voi, Sazoriani contro voi

La formazione vivra’, si chiamera’, Ginguiser vincera’!

DOWNLOAD SIGLA: Ginguiser

Voto
Our Reader ScoreTi è stato utile?
[Media: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *