Home / Sigle suonerie Anime / Cartoni animati / Mazinga Z: download sigla / suoneria mp3

Mazinga Z: download sigla / suoneria mp3

Mazinga Z: download sigla / suoneria mp3
Mazinga Z: download sigla / suoneria mp3

Mazinga Z: download sigla / suoneria mp3

Genere: Robot

Mazinger Z (????Z)
[Toei Animation 1972] Go Nagai
Buoni: Rio Kabuto (Koji Kabuto), il suo fratellino Shir?, Sayaka, Boss, il prof. Jumi
Nemici: l’Impero di Rodi; il Dottor Inferno, il conte Blocken, e il barone Ashura, dalla faccia metà uomo e metà donna, che spesso litiga con se stesso/a!

Durante una spedizione archeologica nell’isola di Rodi gli scienziati Juzo Kabuto e il dott. Inferno ritrovano i resti di pericolosi mostri meccanici costruiti da un’antica civiltà ormai estinta.
Il dott. Inferno decide di usare questa scoperta per soddisfare le sue folli ambizioni di conquista del mondo; il dott. Kabuto intuisce le intenzioni del collega e decide così di costruire un robot costituito da un materiale speciale, una super-lega fortissima (il Japanium) per contrastare i mostri del dott. Inferno, il quale vede nel dott. Kabuto l’unico ostacolo e decide così di eliminarlo.
Lo scienziato non riesce ad opporre resistenza, ma prima di morire riesce ad affidare a suo nipote Ryo, giunto sul posto in fatale ritardo, la sua invenzione: l’imponente robot Mazinga Z. Ryo, dopo qualche difficoltà iniziale, riesce a comandare egregiamente il Mazinga e diventa membro dell’istituto per la ricerca dell’energia fotoatomica del prof. Yumi e aiutato da Sayaka (figlia di Yumi) e dal buffo Boss, comincia una lunga e mortale battaglia contro i mostri meccanici inviati dal dott. Inferno, il quale si avvale della collaborazione del Barone Ashura e del conte Blocken, ex-ufficiale nazista collega-rivale di Ashura (dall’ep. 34 in poi).
Verso la fine della serie entrerà in gioco un personaggio chiave, ossia il Duca Gorgon (mezzo uomo, mezzo tigre) che è un inviato dell’Impero sotterraneo di Mikene (vedi ‘Il grande Mazinga’) e diventerà protagonista per la sua crudeltà e doppiezza.
Infatti Gorgon (ufficialmente schierato con il dott. Inferno) dapprima elimina Ashura per i suoi continui fallimenti, poi nell’ultima e decisiva battaglia abbandona il dott. Inferno e il conte Blocken che verranno annientati dal Mazinga (ep. 91).
Abbiamo anche il marchese Pigman, un essere costituito dal tronco di un pigmeo con poteri magici inserito nel corpo di un Masai, anche lui proveniente dal regno di Mikene e ucciso alla fine della serie dal Mazinga.
L’ultimo episodio è l’anello di congiunzione tra la serie di ‘Mazinga Z’ e ‘Il grande Mazinga’, e (almeno questo) abbiamo potuto vederlo in Italia in un cortometraggio (‘Mazinga contro Goldrake’). Il duca Gorgon sa che Ryo e il Mazinga non sono al meglio dopo la battaglia finale con il dott. Inferno e quindi allerta il Generale Nero (vedi ‘Il grande Mazinga’) che invia due potenti mostri per distruggere definitivamente il Mazinga e l’istituto per l’energia fotoatomica. La battaglia è impari e drammatica: i due mostri di Mikene distruggono e umiliano il Mazinga fino a ridurlo letteralmente in pezzi, con Ryo privo di sensi.
Ma a questo punto interviene il prof. Kenzo Kabuto (figlio di Juzo Kabuto e vero padre di Ryo) che invia in soccorso del figlio il potente e nuovissimo Grande Mazinga, versione riveduta e potenziata del Mazinga Z, e pilotato dal giovane e spavaldo Tetsuya. Questi (al primo combattimento ufficiale col Grande Mazinga) si scaglia rabbiosamente sui due mostri distruggendoli in circa trenta secondi e portando in salvo Ryo nell’istituto del dott. Kenzo Kabuto che si incontrerà con il dott. Yumi rivelandogli la sua identità (infatti tutti pensavano che il dott. Kenzo fosse morto in un incidente).
Il finale vede Ryo (un po’ malconcio) e Sayaka in volo verso gli Stati Uniti dove studieranno presso l’istituto del prof. Watson con Kenzo Kabuto che osserva l’aereo che scompare lontano.

Seconda serie: ‘Il grande Mazinga’.

Lungometraggi: ‘Mazinga contro Goldrake’.

Nota: Mazinga Z, ‘Getta robot’, ‘Goldrake’, ‘Devilman’ sono stati creati da Go Nagai, che li fece interagire tutti quanti tra loro nel fumetto “Sh?gun”. Il personaggio principale è però Rio Kabuto (Koji nella versione originale), che oltre a pilotare Mazinga Z, interviene a salvare la situazione alla fine della serie ‘Il grande Mazinga’, e ricompare in Goldrake al fianco di Actarus (in italiano è stato ribattezzato Alcor).

Nota: i manga di Go Nagai su Mazinga Z, Grande Mazinga e Goldrake, sono in realtà molto stringati (ognuno occupa un volume di 300 pagine) e sono alquanto truculenti (al Maestro piace così!); un manga più fedele alla versione televisiva è invece quello disegnato da Gosaku Ota, su testi sempre di Go Nagai. Sono stati pubblicati da Granata alla fine degli anni 80 e sono ormai introvabili.

Nota: nel lungometraggio ‘Mazinga contro Goldrake’ si vede una scena in cui al Mazinga si stacca una delle due alette rosse dal petto e la scaglia come fosse il boomerang di Mazinga Z, e gli rimane il buco sul petto!!

Nota: il robot era posto su una specie di montacarichi nascosto sotto il fondo della “piscina” che affiancava il laboratorio. Ogni volta che entrava in azione la vasca si svuotava e affiorava da essa Mazinga Z.

Nota: ecco come è nata l’idea di Mazinga (letto da un opuscolo riguardante le opere di Go Nagai): la serie inizialmente si chiamava Iron Z ed era basata su un’idea del maestro Go Nagai arrivata all’improvviso mentre si trovava in un ingorgo del traffico: “Se potessi avere un robot gigante, non avrei bisogno di restare bloccato qui…”. Il progetto di Nagai prevedeva che il protagonista poteva salire sulla schiena di un robot gigante su di un’automobile, e inserirsi quindi nella testa, pronto a comandare il robot stesso. Poi l’auto venne modificata in una moto ed infine in un veicolo a cuscinetto d’aria (il Pilder). I produttori cambiarono il nome della futura serie in Energer Z e infine nel definitivo Majinger Z (Majinga zetto).

Nota: insieme a quella di ‘Astrorobot contatto Y’, Mazinga Z è stata l’ultima serie di robot inedita trasmessa dalla RAI, in particolare da RAI1. RAI2 qualche anno dopo si limitò a trasmettere repliche di Goldrake, mentre RAI1 optò per serie come ‘Capitan Futuro’.

Nota: le sigle video sono fedeli a quelle originali giapponesi, tranne per quanto riguarda la soppressione di alcuni loghi ed alcune scritte e, soprattutto, degli effetti sonori.
Record assoluto: Mazinga Z è stato il primo cartone con robot giganti comandati dall’interno da uomini; appare per primo nella serie, soffiando il posto di capostipite a Boss Robot ed Afrodite A. Ad essere precisi, il primo robot ad apparire è il nemico Garada K7, ma era comandato dal bastone del dr. Inferno. Mazinga è alimentato dall’energia fotoatomica, e costruito con la Superlega Z, costituita principalmente dal Japanium, che viene estratto sotto all’Istituto situato alle pendici del monte Fuji. Quando il Japanium viene esposto a delle radiazioni, emette un’enorme energia, che alimenta il robot e tutte le armi da esso usate. Mazinga Z è stato inventato dal professor Kabuto, che lo affidò al nipote Rio prima di morire. Mazinga Z è stato dotato di un vasto repertorio di armi, come il Razzo Centrale, il Raggio Fotoatomico, i Raggi Termici. Rio controlla il robot tramite l’Aliante Slittante (Pilder), mentre Sayaka pilota Afrodite A, il robot femminile creato dal prof. Jumi in grado di sparare dei razzi dai seni (poco potenti, in verità). C’è anche Boss Robot, goffo e maldestro quanto il suo padrone, che dà alla serie un tocco di umorismo. La milizia delle ‘maschere di ferro’ agli ordini del Dr. Inferno (Dr. Hell) proviene dall’Isola di Rodi, sotto la quale si nasconde un esercito di robot meccanici pronti alla battaglia (chissà perché sempre uno alla volta…). Il Dr. Inferno è un ex collaboratore del professor Kabuto, che viene ucciso nel primo episodio e ciò spinge il nipote Koji alla vendetta. Il personaggio principale è però Rio Kabuto (Koji nella versione originale), che oltre a pilotare Mazinga Z, interviene a salvare la situazione alla fine della serie ‘Il grande Mazinga’, e ricompare in Goldrake al fianco di Actarus (in italiano è stato ribattezzato Alcor).

51 EP su 92, RAI1, 7 Gen 1980 ore 17.30
Galaxy Group [Azuma – Watanabe – Verde, 1980]

Mazinga Z: vedi video sigla

 

Mazinga Z (Blu-Ray)

Mazinga Z TESTO SIGLA INIZIALE

Titolo: Mazinga Z (sigla)

quando udrai
un fragor
a mille decibel
su dal ciel
piombera’
Mazinger

veloce e distruttore come un lampo
non da’ scampo
odia la paura
non conosce la pieta’

alto la’
falsita’
fermati malvagita’
su di voi
avvoltoi
c’e’ Mazinger

c’e’ Mazinger… si!!

con gli occhi puo’ incendiare
un’astronave che va

quando tu
soffrirai
sotto la schiavitu’
su dal ciel
piombera’
Mazinger

col cuore fermo nell’immenso vuoto
va contro l’ignoto se lassu’ lo incontrera’

ama la verita’
gli oppressi difendera’
per la tua liberta’
c’e’ Mazinger

Mazinga Z
Mazinga Z
uoooh…..

Mazinga Z
Mazinga Z
uoooh….!

DOWNLOAD SIGLA INIZIALE Mazinga Z

Il nostro punteggio
Vota articolo
[Media: 1]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.